15/04/2024
  • 5:00 pm Soggiorni esotici eco-sostenibili: soggiornare in paradisi con impatto minimo
  • 9:01 am Le destinazioni invernali più belle in Italia per chi arriva dall’estero
  • 12:25 pm Diventare guida turistica: formazione e guadagno
  • 7:53 am Viaggiare in dolce attesa: consigli per una gravidanza serena
  • 6:42 am Turismo: come aumentare le prenotazioni del tuo hotel

Sul Lago d’Iseo sono presenti due servizi di navigazione pubblica; un servizio di linea gestito dalla Navigazione Lago d’Iseo e uno non di linea, gestito da Barcaioli Monte Isola Service, che offre tour ed escursioni sul lago. Traghetti da / per Monte Isola – il servizio di linea di navigazione è operativo tutti i giorni dell’anno con frequenza di 15 minuti dal porto di Sulzano a M. Isola Peschiera e di 20 minuti da Sale Marasino a M. Isola Carzano. Traghetti di linea per tutte le altre destinazioni del lago – il servizio è attivo da fine marzo e ottobre. È annuale il servizio di navigazione tra i porti di Sulzano, Sale Marasino, Iseo, Monte Isola, Tavernola e Predore.

Sarnico, centro turistico immerso nella natura, dove il lago inizia a ridursi prima di deviare nel fiume Oglio. Protagonista dello spettacolo è la barca: l’anello di congiunzione tra i borghi artistici che popolano le rive del lago d’Iseo e vi permetterà di andare alla scoperta della grande distesa azzurra del lago d’Iseo. La crociera ti porterà a Monte Isola, la più grande isola lacustre d’Europa, circondata dai due isolotti di San Paolo e Loreto, due piccoli satelliti che si trovano alle estremità del grande pianeta che le fortune sembrano proteggerlo, all’incredibile burrone il Bogn, le ripide e pittoresche falesie di Riva di Solto.
Arrivati ​​in mezzo al lago si giunge all’isola di S. Paolo dove si possono apprezzare gli imponenti rilievi di Montisola, in cima ai quali si vede l’antico santuario della Ceriola. Successivamente, fai scalo a Peschiera Maraglio, uno dei principali porti dell’isola, perfetto per sgranchirti le gambe e scoprire le meraviglie dell’isola.

Esplorare il lago d’Iseo è ancora una buona scelta facendo una gita in barca, partendo da Lovere, Sulzano o Iseo. E ‘possibile fare un giro tra le isole: Montisola con la splendida Peschiera Maraglio e il Santuario della Madonna della Ceriola, più le isole private di San Paolo e Loreto, con un castello neogotico e un circostante giardino di conifere. Navigare sul Sebino offre una splendida vista sui suoi paesi e sul paesaggio costiero. Sapevi che è possibile fare indimenticabili gite in barca sui laghi lombardi?

Questi viaggi affascinanti sono un modo creativo per scoprire i bacini della Regione. Guarda le colline circostanti da una prospettiva diversa e scegli di fare un’intera crociera in barca in una volta sola o di fare brevi soste in varie insenature in questo splendido scenario naturale. La navigazione in barca sul Garda è uno dei mezzi di trasporto più veloci della zona. Si può viaggiare a bordo di moderni catamarani per raggiungere velocemente le rive o salire su un motoscafo per andare più lentamente e magari anche pranzare al ristorante della nave.

Potreste decidere di sbarcare a Sirmione, visitare la Rocca Scaligera e le Grotte di Catullo. Gli appassionati di storia possono scendere nell’insenatura di Salò e vedere il Vittoriale degli Italiani, celebre dimora di Gabriele d’Annunzio. Il lago d’Iseo mostra il suo lato più bello con i suoi palazzi storici e manieri affacciati sull’acqua con preziosi giardini privati. Cammina lungo le pittoresche strade dei suoi borghi e considera di visitare l’isola di Monte Isola. Como offre numerose possibilità per vivere una giornata tranquilla e rigenerante con gite in barca verso rinomate località lombarde. Inizia con Bellagio, con le sue ville aristocratiche, poi la rigogliosa vegetazione ei siti archeologici dell’Isola di Comacina. È il più fresco dei laghi lombardi, ma anche il meno conosciuto e il più tranquillo.

A quasi 400 metri sul livello del mare, il laghetto oggi chiamato Lago d’Idro, noto ai romani come Eridio, è circondato da versanti boscosi che raggiungono i mille metri di altezza. Questo ambiente incontaminato rende piacevole qualsiasi attività. Relax sulle rive ciottolose e sassose del lago, sport acquatici (vela e windsurf), ciclismo, trekking e arrampicata, sci invernale sulle pendici del Monte Maniva, che accoglie i visitatori anche d’estate con passeggiate e lo scenario indimenticabile del Brescia Piccole Dolomiti. Tutti i paesi affacciati sul lago meritano una visita, a cominciare con Idro, che si divide nelle sette frazioni di Pieve Vecchia, Lemprato, Crone, Vesta, Vantone e Tre Capitelli.

Le fortificazioni di Rocca d’Anfo si aggrappano al pendio, risalendo sinuose dal lago fino alla vetta del Monte Censo. La costruzione era già stata avviata dalla nobile famiglia Visconti nel XIV secolo, con ulteriori lavori eseguiti nel XV secolo dalla Repubblica di Venezia, successivamente ampliati dagli ingegneri napoleonici e completati dal corpo d’ingegneria militare italiano. Con l’annessione del Trentino all’Italia nel 1919, non fu più necessario come baluardo ma continuò ad essere utilizzato come sito militare fino al 1975. Oggi è possibile effettuare visite guidate della durata di quattro ore alle sue caserme, all’armeria e alle roccaforti militari— il tutto collegato da camminamenti, scale e percorsi sotterranei. Vengono organizzate anche visite didattiche per bambini, rese più divertenti con una caccia al tesoro. Classificato come una delle scoperte etnologiche più importanti degli ultimi 200 anni, Il carnevale di Bagolino è stato scoperto nel 1972 da ricercatori di costumi popolari. Celebrato fin dal XVI secolo, comprendeva due eventi distinti: il Balarì e il Maschèr. I danzatori e musicisti (Balarì) si esibiscono il lunedì e il martedì prima della fine della festa, per le vie del paese, in costume con maschere e cappelli riccamente decorati. Mentre i Maschèr fanno la loro comparsa prima, subito dopo l’Epifania, i loro volti erano coperti e anche il loro modo di camminare, la voce e il comportamento mascherati.

Ferro battuto, ardesia, scale Adagiato tra le montagne sopra il lago, Bagolino è un borgo medievale, le sue case ravvicinate sono decorate con dettagli come ringhiere in ferro battuto ed elementi architettonici come portici, balconi e tetti in terracotta o ardesia. Strette strade acciottolate si alternano a rampe di scale. Al centro del paese sorge la seicentesca chiesa di San Giorgio. La sua volta è stata affrescata da Tommaso Sandrini, che ha creato un’illusione ottica che sembra raddoppiare l’altezza della navata. L’organo fu costruito dai fratelli Serassi, celebre dinastia di maestri organari comaschi.

adminagenzia

RELATED ARTICLES