15/07/2024
  • 5:00 pm Cosa vedere a Torino in due giorni: la tua mini-guida per un’avventura urbana indimenticabile!
  • 5:00 pm cosa vedere a procida in un giorno: scopri i gioielli nascosti dell’isola in 24 ore magiche
  • 5:00 pm Cosa vedere a Senigallia: una guida per scoprire gioielli nascosti e meraviglie costiere
  • 5:00 pm I buoni fruttiferi come investimento sicuro per il futuro delle famiglie italiane
  • 5:00 pm L’importanza della sala borsa nelle dinamiche del mercato azionario

Antichi borghi ricchi di cultura e tradizione che si affacciano sul lago, strade panoramiche lungo paesaggi incredibili, gole, spiagge e luoghi silenziosi. Il Lago d’Iseo è una vera meraviglia, a soli 30 chilometri da Bergamo: qui si può fare un’escursione in barca, un bel bagno o una lunga passeggiata, degustando la cucina locale insieme ai migliori vini del territorio. Si tratta di una località davvero esclusiva che, ogni anno, attira moltissimi turisti.

Il Lago d’Iseo è relativamente sconosciuto alla maggior parte delle persone al di fuori del paese. Ma con così tanto da vedere e da fare tutto l’anno, non c’è dubbio che sarà presto scoperto. Ad esempio si tratta del luogo giusto per organizzare una gita sulle colline in quanto le colline intorno al lago offrono una fantastica varietà di sentieri escursionistici per persone di ogni livello. Percorri i sentieri lungo la riva per apprezzare meglio le sue acque limpide e le bellezze naturali, o scegli un sentiero più faticoso come la Punta Almana, che culmina con splendidi panorami sul Monte Isola (la più grande isola lacustre del paese), e le acque del lago.

Monte Isola, l’isola nel mezzo del lago d’Iseo, vale la gita in barca per conto proprio. Ci sono circa 1800 persone che vivono qui, sparse in undici villaggi diversi. Le attrazioni includono numerose chiese costruite tra il XV e il XVII secolo che contengono affreschi, statue e altre opere d’arte, mentre il castello medievale ben conservato, Rocca Martinengo, è un’altra attrazione.
L’area intorno al lago d’Iseo ha davvero alcune località eccellenti dove gli sciatori possono raggiungere le piste. Il comprensorio sciistico Montecampione si trova a soli 15 minuti di auto a nord-est del lago. Il resort offre tre diverse opzioni di alloggio e numerose piste su misura per famiglie, principianti e anche sciatori di livello intermedio e avanzato. La vicinanza di Montecampione a Milano lo rende un rifugio preferito dagli italiani.

Una visita al Lago d’Iseo non è completa senza provare alcune delle specialità locali, in particolare il pesce che arriva direttamente dal lago. Tinca, o tinca, è il re della zona, ed è tipicamente preparata nel forno. Dirigetevi a Clusane per la più autentica esperienza del lago; la città che pretende di essere la capitale della latta di queste parti.

I traghetti attraversano costantemente le acque qui, andando e tornando da varie città sulle rive del lago. Un viaggio da una parte all’altra può richiedere fino a tre ore, a seconda del numero di fermate lungo la strada. E mentre un viaggio in traghetto potrebbe non essere il metodo di viaggio più efficiente, è sicuramente il più pittoresco.

Vista del Lago d’Iseo

Affacciato sul villaggio di Grumello del Monte tra Bergamo e il lago d’Iseo, questo castello risale al Medioevo. Al giorno d’oggi, la torre, il cancello sul retro, la sala dei cavalieri e la cantina rimangono tutti della struttura originale e sono aperti all’esplorazione. Ma la fortezza non è l’unica attrazione qui, c’è anche una cantina che produce circa 100.000 bottiglie all’anno.

Appena fuori la punta meridionale del Lago d’Iseo si trova la Riserva Naturale Torbiere del Sebino. Questa zona umida è protetta come area importante per la biodiversità nella pianura padana della Lombardia, in quanto vi sono un certo numero di piante e animali in via di estinzione che vivono qui. Un sentiero escursionistico intorno alla riserva consente ai visitatori di esplorare la natura di questo tratto.

La Galleria dell’Accademia Tadini fu costruita tra il 1821 e il 1826 per esporre la collezione d’arte del conte Luigi Tadini. La galleria rappresenta una delle più antiche collezioni di tutta la Lombardia. Evidenziando la collezione del museo si trova l’opera di scultura del veneziano Antonio Canova, con il quale Tadini aveva una relazione stretta.

I ciclisti di mountain bike possono arrampicarsi attraverso le foreste verso alcune delle alte altitudini vicine. Per l’intera esperienza ciclistica del Lago d’Iseo, segui l’itinerario del Giro del Lago: un’avventura di 40 miglia attorno all’intero lago che in genere richiede circa quattro ore per essere completata.

Vuoi un po ‘di sole o un tuffo nell’acqua? Quindi dirigiti verso la zona conosciuta come La Spiaggetta, o “la piccola spiaggia”. Il posto perfetto per rilassarsi dopo una lunga giornata trascorsa a visitare il Lago d’Iseo, La Spiaggetta è una spiaggia erbosa che è libera e aperta al pubblico. Inoltre, c’è un piccolo bar per prendere una bevanda rinfrescante e uno spuntino godendosi la splendida vista del lago.

Il Lago d’Iseo, il più romantico dei laghi italiani è un corpo d’acqua blu e sereno che si estende per oltre sessanta chilometri, lambendo le rive di Lovere, Sulzano, Sarnico e Sale Marasino … per citare alcune delle città più famose della regione.

Veduta panoramica Lago d’Iseo.

Non è un caso che persino un grande artista come Christo abbia scelto il Lago d’Iseo come luogo speciale per i suoi “Floating Piers”, una mostra che ha chiuso i battenti all’inizio di luglio, dopo aver segnato un successo senza precedenti e un numero eccezionale di visitatori per meravigliosa regione del Sebino. Certo, ci sono stati anche critici come Vittorio Sgarbi che ha soprannominato la mostra un “boaway verso il nulla”, invitando i turisti a visitare, invece, i villaggi vicini perché: “Iseo significa affreschi romanini a Pisogne, l’Art Nouveau di Sarnico, il Tadini Accademia di Belle Arti a Lovere “, o altri siti eccezionali che incarnano l’arte e la cultura italiana.

Sta partendo proprio da questi suggerimenti che Halldis ha realizzato un interessante tour comprendente dieci destinazioni per sfruttare al meglio il Lago d’Iseo e allietare gli occhi su panorami mozzafiato tinti di colori caldi al tramonto e odorare come pini mediterranei quando una leggera brezza soffia all’orizzonte. In coppia o da soli, con gli amici o tutta la famiglia, il Lago d’Iseo è uno dei posti più belli d’Italia per trascorrere un fine settimana meraviglioso o una vacanza meravigliosa.

Merita una visita anche Lovere, un’incantevole cittadina di circa 5.000 abitanti inserita nell’elenco dei più bei borghi medievali italiani. Si affaccia sulla sponda occidentale del Lago d’Iseo, definita da molti scrittori internazionali come uno dei luoghi più romantici al mondo. Il villaggio è situato in posizione strategica: da un lato è possibile ammirare la bellezza sconfinata del lago, dall’altro, le montagne della Valle Camonica con vista che si estende fino alla cima del Monte Adamello.

Una gita di un giorno a Lovere permette di entrare in contatto con una città vibrante di grande interesse storico e architettonico. Presenta numerose attrazioni turistiche, da Piazza 13 Martiri alla Torre Civica, che domina su Piazza Vittorio Emanuele II, e all’Accademia di Belle Arti Tadini, che ospita opere inestimabili di Canova e Tintoretto.

Altro luogo degno di interesse è Sale Marasino, una piccola oasi di storia e ricchezza situata sulla sponda orientale del Lago d’Iseo, alla giusta distanza dalle principali attrazioni turistiche del Sebino. L’affascinante città abbonda di maestose facciate di ville che si ergono come simboli di un’epoca passata caratterizzata da sfarzo e bellezza. Entrando nel villaggio, passiamo da Casa Turla e Casa Tempini, quindi proseguiamo verso il Palazzo Mazzocchelli e, infine, giro Villa Martinengo. Tra i monumenti da visitare sono l’antica chiesa di San Zeno e la chiesa neoclassica della Madonna di Gandizzano. Il nome della città si riferisce a due entità locali che sono geograficamente separate ma culturalmente unite. La vendita è, infatti, parte della città che si affaccia sul lago e Marasino è la parte più alta, situata su una collina.

Partendo dalla sponda orientale del Lago d’Iseo, raggiungiamo la cittadina di Zone, situata nell’alta Val Camonica. All’interno dell’area, c’è una riserva naturale costellata di cosiddette piramidi di zona, conosciute anche come camini delle fate. È uno spettacolo naturale unico al mondo che merita una visita.

Le piramidi sono il risultato dell’erosione del fiume: sculture naturali formate dall’argilla che elementi naturali hanno modellato fino a renderle perfettamente verticali, come se fossero piantate nel terreno da qualche gigante mitologico.

Le piramidi di zona sono coniche e presentano grandi massi sulla sommità. Per chi ama l’avventura, sarà un piacere sapere che il parco può essere raggiunto anche in bici.

adminagenzia

RELATED ARTICLES