15/04/2024
  • 5:00 pm Soggiorni esotici eco-sostenibili: soggiornare in paradisi con impatto minimo
  • 9:01 am Le destinazioni invernali più belle in Italia per chi arriva dall’estero
  • 12:25 pm Diventare guida turistica: formazione e guadagno
  • 7:53 am Viaggiare in dolce attesa: consigli per una gravidanza serena
  • 6:42 am Turismo: come aumentare le prenotazioni del tuo hotel

Il lago d’Iseo, chiamato anche Sebino, sorge tra le province di Bergamo e Brescia in Lombardia ed è un lago di origine glaciale. Possiamo considerarlo, insieme al lago d’idro e al lago di Garda, uno dei maggiori laghi della regione.
Circondato dalla natura con un ambiente un po’ selvaggio, è adatto a chi ama esplorare la natura e a chi desidera scoprire dei posti unici nel loro genere. Viene alimentato dal fiume Oglio e si classifica al settimo posto per grandezza sui laghi d’Italia. Visitando il lago sembra di immergersi all’interno di una fiaba: territori collinari e borghi medievali fanno da sfondo ad un territorio davvero tutto da scoprire.
Se intendete fare una gita al lago d’Iseo dovete sapere che il periodo migliore va da giugno fino a settembre perché la temperatura sarà mite e le precipitazioni saranno molto scarse. Questa stagione sarà l’ideale anche per fare una gita in battello sul lago d’Iseo.
Ma andiamo a scoprire cosa vedere al lago d’Iseo in due giorni o per un periodo più lungo.

Cosa vedere al lago d’Iseo: 5 imperdibili attrazioni

1 . Montisola

Questa località è sicuramente il simbolo del lago d’Iseo. Per visitare l’isola occorre circa mezza giornata o addirittura per prendere ogni angolo anche un’intera giornata.
A Montisola è vietato l’accesso alle auto e quindi è il posto perfetto per allontanarsi dallo smog e dai rumori delle città e godersi una vacanza rilassante e sicuramente green. Visitate i magnifici borghetti medievali e non perdetevi un bel pranzetto nelle varie trattorie e ristoranti tipici.
Montisola è molto famosa per il salame, che è molto più leggero e genuino di quelli in commercio. La quantità di grasso presente all’interno è minore, perché per produrre l’insaccato, invece della carne macinata, si utilizza la carne tagliata direttamente al coltello.

2. Piramidi di Zone

Se vi state chiedendo cosa vedere al lago d’iseo per provare un’esperienza unica, non potete perdervi queste piramidi fatte interamente di rocce, con un’altezza intorno ai 35 metri che si trovano a qualche chilometro di distanza dal lago. È preferibile non andare in piena estate perché sicuramente le temperature sono molto alte.
Per una visita accessibile a tutti sono stati creati dei sentieri percorribili anche dai più piccoli. Ecco una deliziosa tappa da considerare per decidere cosa vedere al lago d’Iseo con i bambini. La zona è inoltre considerata una riserva naturale.

3. Iseo e Lovere

Iseo è la cittadina che dà il nome al lago e anche la più grande, quindi nella scelta su cosa vedere al lago d’Iseo non può mancare. Visitate ogni angolo e rilassatevi in uno dei bar del posto. Lo stile è medievale: non perdetevi la visita al castello Oldofredi e la famosa piazza Garibaldi, circondata da portici percorribili a piedi dove troverete il mercato tutti i giorni. Per ultimo non perdetevi il Palazzo dell’Arsenale dove vengono allestite continuamente mostre ed iniziative culturali.

Lovere è sicuramente uno dei paesini più caratteristici; è considerato uno dei borghi più belli d’Italia e si trova in provincia di Bergamo.
Non perdetevi il lungolago, dove passeggiare oppure sedersi nella panchine o nei luoghi di ristoro all’aperto per ammirare il panorama circostante. Per gli amanti del bagno al lago se la visita sarà in estate potete immergervi nelle limpide acque e rinfrescarvi, dato che è accessibile ai bagnanti. Le vie del paese sono tutte colorate, piene di fiori e profumi invitanti. Vi imbatterete nell’antico centro e punto di snodo della città medievale:Piazza Vittorio Emanuele II. Durante il periodo natalizio, vengono inoltre allestiti dei tipici mercatini di Natale.

4. Le Torbiere del Sebino


Questa zona risulta essere molto umida dato che nasce come zona paludosa e ha origine dal ritirarsi delle acque del lago.
Riconosciuto come riserva naturale, questo posto è consigliato per gli amanti della fotografia naturalistica e in particolar modo dei panorami. Si intrecciano canneti, alberi e piante che fanno da sfondo al favoloso lago d’Iseo. All’interno sono stati creati appositi percorsi pedonali per godere a pieno di ogni angolo della natura.

5. La strada del vino di Franciacorta

Ora, invece di chiederci ancora cosa vedere al lago d’Iseo, dovremmo domandarci dove gustare un bel bicchiere di vino.
Ecco allora che non potete perdervi la Franciacorta, rinomata appunto per il suo vino. Il territorio, riconosciuto anche come distretto enologico, è caratterizzato da vigneti e cantine agricole in cui è possibile fare una visita turistica e provare le degustazioni.
Dai vigneti di questa zona viene prodotto appunto il famosissimo Franciacorta, uno spumante che vanta anche la DOCG.
Tuttavia, non dovete pensare a questo ambiente soltanto associandolo al vino perché è un posto perfetto anche per fare escursioni sia a piedi sia in bicicletta in mezzo alla natura e ai borghi circostanti. Il più conosciuto e caratteristico è sicuramente Erbusco.

adminagenzia

RELATED ARTICLES